FOBIA SOCIALE cos'è e come uscirne


Fobia Sociale (o ansia)  definizione

Secondo il DSM, il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, la fobia sociale  (o ansia sociale)  è  la paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali o prestazionali nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri.

Fobia sociale o timidezza?

Esiste un parametro che ci aiuta a definire questa tipologia di fobia come patologica (e non esser confusa con l’assai più comune timidezza):
quando l’evitamento, l’ansia anticipatoria, o il disagio nella/e situazione/i sociale o prestazione interferiscono significativamente con le abitudini normali della persona, con il funzionamento lavorativo (o scolastico) o con le attività o relazioni sociali, oppure è presente marcato disagio per avere la fobia.

Tipi di fobia sociale

Puo essere  semplice, quando riguarda una o poche tipologie di situazioni, o  generalizzata quando invece la persona teme ogni situazione sociale che si presenta all’esterno della propria abitazione.

Fobia Sociale cause e rischi

Capiamo fin da subito che, soprattutto per le nuove generazioni, con l’avvento dei social network (e dei programmi trasmessi dai media) il giudizio altrui, nel corso degli anni, ha assunto sempre più peso e rilevanza,  E’ fondamentale che questo giudizio percepito trovi uno spazio adeguato per poter essere ascoltato ed elaborato nel modo migliore possibile nell’acquisizione di una propria idea di se stessi che tenga conto dell’altro ma che non ne sia dipendente e vulnerabile. La fobia sociale, se non trattata, tende a rimanere stabile e cronica, e spesso può dare luogo ad altri disturbi come la depressione.

Il rischio, quindi, è quello di isolarsi sempre più e nel non riconoscersi più in una società che sembra fare dell’apparenza il proprio spot principale. Per questo assistiamo all’incremento di propri e veri fenomeni sociali come quello degli hikikomori.

Il fenomeno degli hikikomori

Il termine Hikikomori in giapponese significa letteralmente “stare in disparte” e viene utilizzato per quelle persone, principalemente adolescenti e giovani adulti, che decidono spontaneamente di ritirarsi dalla vita sociale.

Come dice il Dott. Marco Crepaldi, attraverso un’intervista sul quotidiano Repubblica, spesso infatti questi ragazzi sono intelligenti ma introversi. Si sentono diversi, non si identificano con i valori della società di cui fanno parte, quindi tendono ad allontanarsene e a rinchiudersi nel loro mondo, in una dimensione in cui si trovano a proprio agio.

Fobia Sociale Sintomi

E’ importante pertanto saper riconoscere l’insorgere di questi sintomi ed intervenire tempestivamente per aiutare la persona, attraverso la relazione clinica, ad appropriarsi dei giusti mezzi per poter affrontare al meglio le situazioni che gli si presentano.

Via Roma 10 - 24047 Treviglio (Bergamo)
e. info@studio-psicologia.info

Lunedì–venerdi: 08:00– 18:00
Saturday: 09:00 – 13:00

© 2019 studio-psicologia.info

P.iva Dott.ssa Colombo: 09861880962
P.iva Dott. Decio: 04427770161

Olga Colombo
c. 340 196 9865

Fabio Decio
c. 340 734 3969